lunedì 7 marzo 2016

BEATO ANDREA DA TODI, CONFESSORE DEL TERZ'ORDINE FRANCESCANO


1 marzo
BEATO ANDREA DA TODI

confessore del III Ordine


✝1242



Martirologio Francescano: In Firenze, il beato Andrea da Todi, Confessore del Terz'Ordine, che fiorì per santità e miracoli (1242).




I santi appartengono alla "memoria" della Chiesa, che ha innanzitutto assimilato quella dell'Antico Testamento, condividendo con gli Ebrei il ricordo e la celebrazione dei grandi profeti di Israele. A questi si aggiunsero agli albori del Cristianesimo gli Apostoli e i martiri, ma in primo luogo Maria di Nazareth, la madre di Gesù.
Già dal II secolo in Oriente e dal III in Occidente i cristiani si radunavano per la celebrazione dell'Eucarestia presso le tombe dei martiri più noti, onorandone le reliquie e le immagini. Per un moto spontaneo ai martiri vennero associati nel rispetto e nella devozione del popolo i cosiddetti "confessori", vale a dire coloro che professarono la fede con molto coraggio e ardente zelo, benchè le circostanze non fossero state tali da indurli a darne testimonianza con la vita. All'inizio del V secolo la devozione per i santi era ormai proiondamente radicata nella vita religiosa delle comunità cristiane. La libertà di culto aveva consentito di innalzare sulle loro tombe chiese e altari, dove venivano portati dini per onorarne la memoria. In questo stesso secolo andò precisandosi, come è attestato dalle iscrizioni, la distinzione tra "martire" e "santo" che, sul denominatore comune di una fede impeccabile, poneva la discriminante della morte cruenta. (Angela Cerinotti)

Da Atlante della storia della Ciesa. Santi e beati di ieri e di oggi, Ed. Demetra, Colognola ai colli (VR), 1999.